Seite auswählen

UNA RICETTA DI SUCCESSO ESPORTATA IN PIEMONTE

Dopo l’esperienza di Firenze e Roma, dal 13 aprile 2019 il MERCATO CENTRALE è approdato anche nel capoluogo piemontese, sempre più aperto a tutte le proposte relative al cibo di qualità.

Nel cuore di Porta Palazzo, da sempre attrattore della diversità in campo alimentare, si aggiunge un nuovo tassello per completare il puzzle della variegata offerta gastronomica.

Il MERCATO CENTRALE si propone come collettore delle bontà artigiane del territorio piemontese, con qualche incursione dal Lazio e dalla Toscana.

La sede è all’interno del famoso Palafuksas, costruito negli anni antecedenti ai Giochi Olimpici invernali del 2006. Nonostante le varie ipotesi, l’edificio – fino ad ora –  non aveva ancora trovato una destinazione d’uso ben caratterizzata.

Truffles Mercato CentraleDOVE TROVARE COSA

Al pianterreno tante allettanti botteghe, una accanto all’altra, che propongono ognuna un prodotto o una categoria di prodotti diversi. E ce n’è per tutti i gusti: dall’antipasto al gelato!
In più sono presenti due ristoranti in senso stretto, gli unici luoghi in cui è previsto il servizio al tavolo. Uno è il ristorante della Farmacia del Cambio (diretto dallo chef stellato Matteo Baronetto), l’altro è la pizzeria di Marco Fierro, l’artigiano pizzaiolo che ha già riscosso un enorme successo a Firenze.

Tra i grandi nomi della gastronomia a tutto tondo c’è Beppino Occelli con una formidabile selezione di formaggi e Mattia Giardini con il suo mulino, dove ognuno può creare il proprio blend di farine. Troviamo poi Davide Scabin, lo chef stellato conosciuto per le sue sperimentazioni degne di un artista contemporaneo, mentre Alberto Marchetti rappresenta l’arte di preparare il buon gelato.

Terrace Mercato Centrale

Non potevano mancare i tartufi e nemmeno la carne piemontese di qualità, affiancata da quella toscana. I vegetariani sono deliziati dalle proposte dello chef stellato Marcello Trentini, meglio conosciuto a Torino come Magorabin, mentre agli amanti del pesce ci pensa Valerio Russo di Mare Nostrum.

Ad arricchire la vasta e poliedrica offerta gastronomica ci sono ancora le specialità dolciarie siciliane, la pasta fresca, insomma un concentrato di delizie sotto lo stesso tetto.

Al primo piano si dà spazio ad attività didattiche, rivolte sia ai ragazzi che agli adulti. Saranno attivi un laboratorio di torrefazione, uno caseario di Beppino Occelli e poi la Scuola di Cucina di Lorenzo De Medici di Carla e Fabrizio Guarducci.

NON SOLO CIBO

Al secondo piano una vasta area dedicata ad eventi culturali ad ampio spettro, come concerti, letture e performance. Lo spazio è disponibile anche per eventi privati e aziendali.

Pianorte Mercato CentraleCome alla stazione di Porta Nuova, anche qui è presente un pianoforte a disposizione di chi abbia voglia di esibirsi davanti ad un pubblico estemporaneo, in maniera del tutto spontanea.

Negli orari di mercato, dalla terrazza è possibile ammirare il mare di bancarelle di Porta Palazzo e la miriade di cupole che si stagliano tra i tetti.

Per terminare, c’è un elemento straordinario, un bene archeologico della città che dà valore aggiunto a questo moderno polo gastronomico. Si tratta delle enormi ghiacciaie ottocentesche ben visibili al centro dell’edificio, che presto diventeranno più facilmente accessibili.

Viste le molteplici attrattive del Mercato Centrale, lo abbiamo inserito fin da subito nei nostri itinerari gastronomici e nei tour in bicicletta.

Orari di apertura: tutti i giorni (escluso Natale) dalle ore 8 alle 24.

Per la lista completa delle botteghe e la scheda biografica degli artigiani coinvolti consultare il sito ufficiale Mercato Centrale Torino.